Il Legale Informa

Il Legale Informa …

IL DATORE DI LAVORO PUO’ NEGARE I PERMESSI LEGGE 104?

I permessi 104 sono un diritto inalienabile della persona stabilito direttamente dalla legge; tale normativa non avrebbe senso se fosse rimessa alla discrezionalità del datore di lavoro la facoltà di negare o accogliere tali permessi.

Pertanto, il datore di lavoro non può negare al dipendente i permessi 104. L’indennità con cui vengono indennizzati i permessi 104 viene anticipata dal datore di lavoro direttamente in busta paga e successivamente l’azienda recupera tali somme attraverso il conguaglio con i contributi dovuti all’Inps.

Per potere usufruire dei permessi 104 il lavoratore deve avere determinati requisiti: a)essere un lavoratore subordinato, b)la persona per la quale si chiedono i permessi deve essere affetta da disabilità grave accertata dalla Commissione Medica integrata Asl/Inps, c)la persona non deve essere ricoverata a tempo pieno.

In questo caso ci sono delle eccezioni, quali: a)l’interruzione del ricovero per l’esigenza del disabile di recarsi fuori dalla struttura per visite o terapie, b)il disabile ha uno stato vegetativo persistente o una prognosi infausta a breve termine, c)i sanitari della struttura accertano che il disabile ha bisogno dell’assistenza del familiare.

Avv. Cecilia Craparo – Avv. Eloisa Pezzi

Per ulteriori info
Tel. 069360431 Mobile 3248098720 
http://www.pezzicraparo.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *